Il messaggio dell'Accademia Senocrito

Documento fotografico per il calabrese emigrato in America

Foto di L. Ajello - Napoli 1911Appartiene alla storia calabrese del primo Novecento. E’ un documento che attesta il significato che si dava al corpo morto. Il rapporto con la salma espresso nella foto ci comunica grande rispetto e serenità. E’ stata toccata, lavata, rivestita e attorno i parenti, anziani, adulti, bambini si mettono in posa per i parenti emigrati in America, documentando, in questo modo, l’evento triste del trapasso. La foto che arriva nelle mie mani esce dall’Archivio storico di una famiglia della Provincia Cosentina, non ha importanza conoscere i nomi ma ciò che traspare, non c’è ansia ma compostezza e consapevolezza di un passaggio chiave che tocca a tutti, è un incontro che viene vissuto come ultimo congedo, ultimo saluto secondo la visione cristiana. Oggi non è più così perchè si preferisce interrompere il contatto con il corpo quasi subito evitando ogni manifestazione di sentimenti. Nella parola documento concentro tutto il valore del linguaggio non verbale presente nell’immagine, per i parenti emigrati è sufficiente osservare per capire lo stato delle cose. Ancora una volta guardo indietro per cogliere una lezione di vita cristiana.

Luciana Vita (Tutti i diritti sono riservati)